intervista

 

“Sono partita da un garage”. E’ un inizio che spesso accomuna storie imprenditoriali di successo. Anche Micaela Coscia, 26 anni, un diploma come Tecnico dell’Abbigliamento e Moda, inizia il suo percorso nel box auto del cugino. Dopo qualche esperienza come figurinista, a giugno 2015 partecipa, quasi per gioco, al concorso “Vesti la musica in abito da sera” a Desenzano del Garda, raggiungendo il podio come seconda classificata con la sua prima creazione fatta a mano. “E’ stato un po’ il mio trampolino di lancio” spiega Micaela “ Il mio più grande sogno è sempre stato quello di creare una mia linea di abbigliamento. Con il tempo ho capito che dovevo cercare e dedicarmi a una nicchia di mercato ben precisa”. Questa nicchia Micaela l’ha trovata e, ad oggi, sta elaborando una collezione, ancora in via sperimentale, che utilizza solamente tessuti di natura naturale come ortica, canapa, bambù, ananas, latte. Anche la colorazione, quando i quantitativi sono ridotti, viene compiuta da una collaboratrice esterna mediante fiori essiccati. Si tratta di una linea certamente indossabile da giorno, adatta per un cocktail party, impreziosita con ricami interamente fatti a mano dalla sarta di fiducia. 

Micaela non limita la sua visione “eco” solamente  all’uso di questi materiali. Infatti ha lanciato una linea Limited Edition così chiamata perchè i capi vengono realizzati con  le rimanenze di tessuto della produzione. “Si recupera una piccola collezione, unica, e ognuna viene data in contovendita ai nostri negozi che in questo modo non entrano in concorrenza tra di loro. In ciascuno store è presente il brand MICHA, ma lo stesso modello è venduto in fantasia e tessuti differenti”. 

Il suo Laboratorio, a Spilamberto,  MICHAmadeinItaly, fondato nell’aprile del 2016, nasce con l’idea di creare uno spazio in cui poter realizzare un capo di abbigliamento su misura, senza minimi di ordine e sempre aperto a collaborare con artisti emergenti e startup. “L’intento è quello di affiancare stilisti emergenti che intraprendono da zero il mio stesso percorso: nasco come terzista che non impone limitati quantitativi, anzi affianca stilisti in ascesa, dal disegno, alla produzione, alla vendita di abiti anche stravaganti.” 

Al fianco di Micaela lavorano una modellista, una campionista e alcune stagiste, ragazze che stanno frequentando la sua stessa scuola. “Credo molto nei progetti con le scuole,” continua Micaela “vorrei che ne ricavassero un’esperienza formativa e costruttiva, che faccia capire loro se quella che hanno intrapresa è la strada giusta”. 

“Come mi vedo in futuro? Vorrei passare il testimone del conto terzi a una persona con cui collaborare. Non per abbandonare questa attività completamente, perchè mancherebbe un pezzo della mia storia, ma per dedicarmi al mio brand e aI negozi che vorrei aprire proponendo ogni limited edition”. 


Natural textile - Natural wear - Made in Italy wear - Abbigliamento donna pronto programmato - Collezione primavera estate - Collezione Autunno Inverno - Canapa - Ortica - Bamboo - Prodotto Medio Alto - Tessuti Riciclati - Tessuti di riciclo